September 28, 2018 / by Percorso Donna / Casa / No Comments

Come Tagliare le Cipolle

A tutti noi è successo di lacrimare mentre si puliscono e si affettano le cipolle. Questo succede perchè, crescendo, assorbono dal terreno lo zolfo.
Quando poi le cipolle vengono affettate, rilasciano l’allinasi, un enzima che, combinandosi con lo zolfo, produce acidi solfenici e sin-propanethial-S-ossido, un gas volatile ed instabile. Questo, quando si combina con gli umori acquosi degli occhi, si trasforma in acido soforico.

Il contatto con l’acido solforico provoca una immediata reazione di difesa da parte dell’occhio, che inizia quindi a lacrimare. In ogni caso si tratta di acido solforico di consistenza molto blanda e quindi non dannoso per l’organismo.
La produzione di lacrime da parte dell’occhio provoca conseguentemente una produzione via via sempre maggiore di acido solforico. In questo modo si innesca una reazione a catena che impedisce al povero malcapitato di non piangere.

Come tagliare le cipolle senza piangerePer evitare questa reazione ci sono dei metodi più o meno validi che si possono provare.
Uno di questi consiste nel tagliare la cipolla sotto il getto dell’acqua corrente. In questo modo l’allinasi verrà lavata via immediatamente e voi non vi ritroverete con gli occhi rosse e lacrimanti ed il naso che cola.
C’è anche chi consiglia di mettere le cipolle nel freezer per circa 10 minuti, in modo tale da rallentare la produzione dell’enzima. Potete provare anche a mettere le cipolle nell’acqua ghiacciata, in alternativa.
Un altro metodo della nonna consiste nel bere dell’acqua prima di affettare le cipolle e di tenerne una parte in bocca, senza deglutire, mentre la affettate.
Potete anche provare a bagnare spesso la lama del coltello con cui state affettando le cipolle sotto l’acqua corrente.
Un ulteriore metoto per non fare lacrimare gli occhi tagliando le cipolle è quello di immergerle nell’acqua bollente per qualche istante e poi, subito dopo, in quella fredda.
Un tempo le nostre nonne consigliavano di tenere in bocca una fetta di pane per metà, lasciando l’altra metà fuori dalla bocca, mentre affettavi le cipolle.
Se poi si vuole andare sul sicuro, pare proprio che basti tagliare in 4 parti le cipolle e lasciarle immerse in acqua fredda ed aceto per 10 minuti e poi procedere con il taglio.

Passata la paura? Non resta che provare almeno uno di questi metodi e vedere chi avrà la meglio! Sarete voi oppure vinceranno ancora le cipolle?
Fateci sapere il metodo con cui vi siete trovati meglio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cerca

Categorie