January 20, 2017 / by Percorso Donna / Giardino / No Comments

Come Rinvasare un Bonsai

Ti hanno regalato un bonsai e non sai come trattarlo. Hai paura che ti secchi se non gli presti la dovuta attenzione. Allora impara di cosa necessita questo piccolo alberello per crescere sano e rigoglioso. Oggi ti spiego come fare il rinvaso, un’operazione che si rende necessaria appena venuti in possesso del bonsai se questi non provengono da centri non specializzati.

Il periodo adatto per travasare il tuo bonsai va dal tardo autunno all’inizio della primavera. Se il tuo bonsai è piccolo o giovane devi rinvasarlo ogni 2-3 anni al contrario se è più grande e più vecchio dovrai rinvasarlo meno spesso.
Innanzitutto devi estrarre il bonsai dal vaso. Questa operazione va fatta senza creare traumi all’alberello.
Quindi afferra la base del tronco e scuotilo delicatamente mentre con l’altra mano tieni fermo il vaso.
Non tirarlo con forza, se vedi che oppone resistenza nell’uscire dal vaso prendi un oggetto appuntito e spingilo delicatamente nei fori di drenaggio del vaso. Questa operazione agevolerà la fuoriuscita dell’alberello dal vaso.

Ora devi liberare le radici dell’alberello dai muschi e dal terriccio. Fai questa operazione sempre con delicatezza e spruzza le radii con un po’ d’acqua per evitare che secchino e per agevolare la caduta del terriccio.
Adesso devi accorciare le radici. Usa le apposite forbici da bonsai, in alternativa usa un paio di forbici affilatissime. Inizia col tagliare le radici più vecchie, quelle che si presentano grosse e marroni. Queste radici sono inutili perchè impediscono alle radici più giovani di crescere e di portare il nutrimento all’alberello. Poi passa ad accorciare le radici più sottili in modo che stiano comodamente nel nuovo vaso.

Prima di mettere l’alberello nel nuovo vaso, però, devi coprire i fori di drenaggio del vaso con una rete di filo di ferro a maglie sottili che poi coprirai con dei sassolini sui quali verserai del terriccio. (la rete serve ad impedire che il terriccio col tempo possa fuoriuscire attraverso i fori di drenaggio).
Allarga bene le radici e ricoprile con uno strato di terriccio. Se ti rendi conto che il bonsai è troppo alto e per questo risulta instabile, ancora le radici legandole con un fil di ferro che farai uscire da un foro di drenaggio e farai rientrare da un altro foro di drenaggio.

Alla fine aggiungi roccette e sassolini e innaffia con delicatezza e posiziona il tuo bonsai in un luogo riparato. Trascorso un mese potrai concimarlo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Cerca

Categorie