July 14, 2020 / by Percorso Donna / Giardino / No Comments

Come Coltivare il Potos

Il Potos (o Photos), conosciuto anche con il nome di Epipremnum o più comunemente Edera del Diavolo, è una pianta originaria delle Isole Salomone.

Possiede fusti rampicanti di colore verde-giallastro e fogliame cuoriforme di colore verde chiaro, molto lucente, presenta macchie dorate abbastanza vistose.

Molto diffusa negli appartamenti, è facile da coltivare e da riprodurre per talea, ossia interrando in torba e sabbia dei piccoli rami. Grazie alle radici esterne, che fungono anche da ancoraggio, può essere usata come pianta ricadente o lasciata arrampicare attorno a dei tutori mascherati.

Di seguito alcuni utili consigli per favorirne la coltivazione in appartamento.

ESPOSIZIONE
Prospera in condizioni di buona luminosità, producendo screziature più o meno intense nella pagina superiore delle foglie. In penombra resiste molto bene, ma a danno della variegatura.

ANNAFFIATURA
Moderata. La terra necessita di essere ben bagnata, ma tra una bagnatura e l’altra è bene lasciare asciugare il terreno.

TEMPERATURA
L’ideale è attorno ai 18°C. In ogni caso mai al di sotto dei 10°C, né al di sopra dei 25°C.

CONCIMAZIONE
Una volta al mese con un concime liquido diluito in acqua.

RINVASO
In primavera, ogni due anni.

TERRICCIO
Torba mista a sabbia.

PULIZIA
Si può utilizzare una spugnetta inumidita.

DANNI NON PATOGENI
Se c’è ingiallimento di foglie, lo si può imputare o alla mancanza di luce o alla troppa acqua. Se le foglie allessano, hanno un aspetto “trasparente” o a volte diventano nere, vuol dire che l’ambiente è troppo freddo. Se i fusti, in prossimità del terreno, marciscono, significa che si è innaffiato troppo, è bene attendere che la terra si asciughi, prima di annaffiare nuovamente. Se la variegatura delle foglie fosse scarsa, sarebbe bene spostare la pianta in un luogo più luminoso.

Cerca

Categorie